#Averecuradiricordare, il mio modo di vivere la quarantena

#Averecuradiricordare è il progetto fotografico online a cui ho partecipato. L’ho fatto perché avevo voglia di fare una nuova esperienza, perché avevo voglia di affidarmi agli occhi di Rhamely, e perché mi sento bene.

Mi ero ripromessa di non parlare in alcun modo del periodo che stiamo vivendo e di fatto fino a questo momento ho mantenuto la parola. Se ne parla spesso e se ne parla tanto, troppo.

Inevitabilmente sto cambiando insieme a tutto quello che mi circonda, insieme alle persone che mi sono vicine. E non mi dispiace.
Ho bisogno del mio tempo per metabolizzare la situazione, per rendermi esattamente conto di quella che sono prima di affrontare il cambiamento con occhi capaci.

E #Averecuradiricordare è l’occasione giusta per parlare di come sto vivendo questo periodo di isolamento obbligato.

Ci sono state chiacchiere e sorrisi. C’è stato un confronto e ci sono stati degli scatti.

#averecuradiricordare con Rhamely

#Averecuradiricordare chi sei

Ho conosciuto Rhamely casualmente su Instagram e ho cominciato a seguirla per le emozioni che evoca attraverso la sua fotografia. Ho iniziato a chiacchierarci a proposito di un progetto radiofonico in cui l’ho coinvolta e abbiamo continuato a scambiarci consigli… Soprattutto lei!

Incontrarla in video chiamata è stato divertente. E penso si possa notare dal mio faccione in questa foto.

Devo ammettere che l’inizio di questi giorni in casa è stato piuttosto traumatico. Non sono una persona attiva a livello sportivo ma una cosa a cui non posso rinunciare è il contatto con il lago. Ci vado tutti i fine settimana, per me è fonte di energia, mi libera dallo stress della settimana, il suono delle onde è la mia musica preferita nelle giornate di sole e di pioggia. Questo stop mi ha messa alla prova, lo ha fatto con tutti. Solo ora, solo oggi sono riuscita a dare un senso alle mie giornate senza lago. E sono passata dal dormire sul divano per la noia, allo sperimentare e organizzare le mie giornate con almeno una cosa nuova e possibilmente ad alto tasso creativo.

Inutile raccontarne i benefici per la mente, e anche per il mio corpo che stava per atrofizzarsi sotto le coperte!

Ne ho parlato con Rhamely in questa chiacchierata e mai come oggi mi sono sentita così vicina ad una persona che, tutto sommato, ho appena conosciuto. La prima cosa che farò non appena si potrà uscire di casa, sarà sicuramente andare a Mantova per abbracciarla!

Sono curiosa di vedere gli scatti con i quali ha interpretato il mio cambiamento.

Possiamo parlare di nuova vita dopo il periodo di isolamento?

Certo è che rivedere le proprie giornate ha un forte impatto sull’emotività: questo silenzio ci permette di pensare, analizzare. Mi piace pensare che ognuno di noi stia dando nuove priorità alla propria vita, e più consapevolezza.

Quello che so è che un giorno, riguardando lo scatto che mi ha fatto Rhamely, ripenserò a questi giorni e dirò alla me di quell’istante

La senti questa brezza che ti accarezza il cuore?

Condividi questo post:

Condividi su pinterest
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *