Una passeggiata surrealista tra i Sassi di Matera

passeggiata surrealista a Matera

Qualche giorno fa sono stata a Matera e ho visitato i Sassi, un’opera architettonica che tutti conosciamo… Sai che cosa mi ha incantata ancora di più?!

La mia passeggiata surrealista!

Sì, perché Matera è la città della cultura 2019 e in questo periodo ospita una mostra con opere del maestro spagnolo Salvador Dalì, alcune delle quali sono state installate nelle piazze della città.

Una passeggiata surrealista a Matera

passeggiata surrealista: Martina e l'orologio molle

Forse mi sono un po’ lasciata prendere la mano in questo scatto, lo ammetto!
Oltre all’Orologio Disciolto, che si trova in via Madonna delle Virtù nei Sassi, sono stata conquistata dalla bellezza del Pianoforte Danzante in piazza San Francesco d’Assisi ma ancora più dall’Elefante Trampoliere in piazza Vittorio Veneto.

Elefante Trampoliere

La mia passeggiata surrealista tra i Sassi di Matera si è poi conclusa visitando la vera e propria mostra, “La Persistenza degli Opposti”, situata all’interno e all’esterno della Chiesa Rupestre di Madonna delle Virtù.

È stato affascinante muoversi tra i concetti surrealisti di Dalì, con gli occhi pieni della storia che ha caratterizzato l’ambientazione.

Ho apprezzato molto la disposizione di quadri e sculture, in armonia con i materiali e le forme delle grotte che compongono la chiesa.

Salvador Dalì nella Chiesa Rupestre di Madonna delle Virtù

Il percorso racconta due principali tematiche che hanno reso celebre il maestro surrealista, e sono il tempo e il contrasto.

Il tempo Dalìniano

Il tema con il quale si apre il percorso conoscitivo di Dalì è il tempo. I più affezionati al maestro sanno quanto ci abbia lavorato e come si sia strutturato nel tempo il messaggio di Dalì verso noi ascoltatori e fruitori dei suoi lavori.

Lo interpreta come infinito, il tempo Dalìniano è perpetuo e avanza danzando.

Stanza del Tempo nella chiesta rupestre

La Metamorfosi

Le riflessioni sulla metamorfosi e il contrasto fanno parte del secondo filone di opere della mostra “La Persistenza degli Opposti”.

Elefante spaziale

Duro/molle, interno/esterno…
Concezioni che hanno attinenza con la psiche dell’uomo e lo stesso Dalì racchiude in se stesso.

In un contesto archeologico come quello dei Sassi di Matera, non potevano mancare le suggestioni dettate dal panorama. Un accostamento che ho trovato interessante e che secondo me ha dato una percezione diversa anche ai Sassi e alle gravine di Matera!

La persistenza degli Opposti - passeggiata surrealista

Nel weekend a Matera ho potuto esplorare e conoscere un Dalì diverso da quello esposto a Gavirate quando sono stata alla mostra “Il genio di Dalì”. E ne sono rimasta affascinata!

Forse è difficile non lasciarsi coinvolgere da una personalità come la sua…
È anche nei tuoi programmi andare a Matera per la mostra “La Persistenza degli Opposti”? Io te la consiglio!

Condividi questo post:

Condividi su pinterest
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This error message is only visible to WordPress admins

Error: API requests are being delayed for this account. New posts will not be retrieved.

Log in as an administrator and view the Instagram Feed settings page for more details.