Un giardino visionario: la Fondazione André Heller

Un giardino visionario, un luogo in cui cogliere ispirazione dai numerosi allestimenti floreali e le opere d’arte nascoste tra il verde. Il giardino botanico della fondazione André Heller è un paradiso terrestre per tutti gli amanti di arte e natura.

Chi mi segue lo sa bene: in questa estate mi sono resa conto che alle volte mollare la presa è la via più breve verso la serenità. E dopo aver scambiato due chiacchiere con Cinzia Letizia, mi sono decisa a seguire l’entusiasmo e a non badare troppo alle regole.

Così mi sono dedicata del tempo e ho dato inizio alle mie vacanze estive con una gita al giardino botanico della Fondazione André Heller.

Un giardino visionario per noi creativi… E non solo!

Un percorso che ci conduce verso la scoperta di mondi nuovi: la combinazione tra le atmosfere naturali tipiche e l’installazione di opere d’arte a tema, rendono la passeggiata immersiva e coinvolgente. 

Mente e soprattutto occhi aperti, fin dalla prima tappa mi sono divertita a scorgere le opere di Keith Haring, Roy Lichtenstein, Erwin Novak, Susanne Schmoegner e Rudolgh Hirt, Mimmo Paladino, Peter Pongratz, Auguste Rodin

Budda nelle ninfee

[ngg src=”galleries” ids=”10″ display=”basic_thumbnail”]

Brevi cenni storici

Il giardino visionario, come mi piace definirlo, nasce da un’idea di Arturo Hruska che lascia l’Austria poiché innamorato di Gardone Riviera.

Un uomo di cultura, con una forte passione per i giardini, che decide di iniziare ad approfondire quest’arte: ad ogni esplorazione viene a contatto con numerose specie vegetali, che porta con sé verso casa. Qui le coltiva con passione dando vita a scenari stupefacenti, rubati ai più bei paesaggi di tutto il mondo.

Mostra d’arte contemporanea a cielo aperto

La collocazione delle opere in questo giardino la dobbiamo a André Heller, artista influente nel panorama dell’arte multimediale. Il tocco di André fa si che arte e natura si fondano. Ha inserito le opere in un complesso naturale che le accoglie con armonia. 

Il giardino botanico della Fondazione André Heller è una passeggiata dalle Alpi all’Himalaya, dal Giappone all’Australia; tra ruscelli, laghetti e ponti; rocce, canne di bambù e stagni di ninfee.

Fiori rosa

[ngg src=”galleries” ids=”11″ display=”basic_thumbnail”]

Il giro del mondo in… Un’oretta!

Inutile dire quanto questa esperienza mi abbia arricchita. Ho avuto modo di vedere da vicino la diversità del mondo naturale che ci circonda e goderne a pieno. Di conoscere due personalità che sicuramente influenzeranno il mio modo di vivere l’arte e saranno di ispirazione per nuovi progetti creativi! 

E tu, hai mai pensato di poter fare il giro del mondo in una sola ora?

Fondazione André Heller
Dal 15.03.2018 al 15.10.2018
Da lunedì a domenica, ore 9.00 – 19.00 
Gardone Riviera (BS)

Condividi questo post:

Condividi su pinterest
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *